BIRMANIA

La Birmania è una terra incredibilmente autentica ed affascinante che si rispecchia nelle località più suggestive come Yangon (Rangoon), il Lago Inle, Indein, Mandalay, Bagan e Loikaw. Qui sono custoditi luoghi incantevoli ed autentici come Amarapura, i templi di Bagan e Mingun, capaci di stregare il cuore e l’anima di ogni visitatore. Ma l’aspetto unico che distingue il Paese è la sua gente, difficile restare indifferenti rispetto ad una mentalità per noi inverosimile, fatta di semplicità, spiritualità e tradizione.

Yangon è la più grande città del Myanmar nonché la più vivace e il centro economico del paese. L'attrattiva principale della città è la scintillante Shwedagon Paya, con annesso tutto il suo splendido complesso di padiglioni, stupa, immagini e campane. Questa pagoda, situata a nord del centro è caratterizzata da un'enorme zedi (la parola birmana per stupa) dorata di 99 metri dentro la quale, secondo la tradizione, sono conservati 8 capelli del Buddha, è un sito davvero molto suggestivo. La vecchia Rangoon ha un fascino tutto suo, costellata com'è di edifici di epoca coloniale come lo Strand Hotel. Altri luoghi molto caratteristici dell’ex-capitale birmana sono i vasti mercati di Bogyoke Aung San e Theingyi Zei, tra i posti migliori dove fare acquisti nel paese.

Da Yangon si può spostare al Lago Inle, una vera bellezza naturale circondato da montagne. L’atmosfera che regna sul lago è molto rilassante e piacevole e vale la pena soffermarsi ad osservare gli abitanti dell’etnia degli Intha, “Figli dell’Acqua”, esplorare i loro villaggi con case a palafitte, ammirare i rigogliosi giardini e orti galleggianti, visitare alcuni interessanti monasteri e templi costruiti sull’acqua.

Tappa obbligatoria, in occasione di una visita al Lago Inle, è il villaggio di Indein: più di 1.000 pagode si ergono a perdita d'occhio nella rigogliosa natura.

Mandalay è considerata la capitale culturale e religiosa del paese e come tale ospita numerosi monasteri come Kuthodaw, tempio buddhista del XIX secolo costituito da un nucleo centrale circondato da circa 730 pagode minori; e i templi di Salinkyaung e Kyauktawgy.

La cittadina di Bagan e il suo incredibile patrimonio archeologico sono una delle attrattive più affascinanti della ex Birmania e di tutto il sud-est asiatico. In appena una quarantina di chilometri quadrati di terreno si possono ammirare migliaia di templi e stupa. Ovunque si giri lo sguardo si possono vedrete rovine di ogni dimensione, da templi grandi e gloriosi come quello di Ananda a edifici piccoli e solitari in mezzo ai campi.

Lo stato Kayah, su un altipiano a 1.200 metri, è una regione montagnosa dove vivono vari gruppi etnici. Loikaw è la capitale di questo piccolo stato ed è un villaggio molto pittoresco che vale la pena di visitare per immergersi nella vera tradizione birmana.