TOUR DELLA SCOZIA

Paesaggi mozzafiato, castelli, siti archeologici, distillerie, musei, laghi, isole, la Scozia è questo e molto altro.

Il fascino del grande nord, lo stile inglese e la fierezza dello spirito scozzese si fondono e si amalgamano perfettamente dando vita ad Edimburgo, una città sorprendente e particolare, diversa da tutte le altre. La capitale di Scozia è piccola, raccolta e tranquilla, ma anche vivace, frizzante e ricca di cose da fare e vedere: dal fascino medievale della Old Town con l’antico castello e il Royal Mile che porta fino al fiabesco Holyroodhouse Palace, alla vita notturna, i ristoranti etnici e di pesce e il sapore settecentesco della New Town, dalle vedute di Calton Hill alla natura incontaminata dell’Arthur’s Seat, il più imponente e spettacolare vulcano di Scozia.

Oban è una stazione di villeggiatura di epoca vittoriana che si snoda in un’ampia baia riparata dai venti e dominata da una bizzarra costruzione di granito che riproduce un anfiteatro molto simile al Colosseo. Qui è possibile visitare una delle distillerie più famose di Scozia, l’Oban Distillery. Oban è un grande porto e si respira aria di isole, di esplorazioni e di posto di frontiera ed è utile come tappa per proseguire nel vostro viaggio nelle Highlands: da qui ci si può imbarcare per le isole che circondano questa zona.

Il Loch Ness è il lago più famoso di Scozia grazie alla leggenda del suo mostro e alla bellezza del suo panorama. Questo lago stretto e lungo 37 chilometri gode di una fama smisurata grazie alle leggende legate a Nessie, il mostro delle acque che da decenni alimenta la fantasia di scrittori, turisti e appassionati di misteri. Ci sono diversi punti panoramici da esplorare lungo il Loch Ness e tanti villaggi in cui fermarsi per una sosta rilassante.

La città di Inverness è il punto di raccordo fra le Highlands e la Scozia orientale e crocevia di tutti i viaggiatori che transitano alla scoperta dei territori scozzesi. A Inverness c'è una varietà di cose da fare e da vedere: ammirare tutti i monumenti chiave della città o passeggiare per le strade e lungo le sponde del fiume alla scoperta dei grandiosi musei e delle splendide gallerie, vedere dove si combatté l’ultima battaglia sul suolo britannico a Culloden o visitare il vicino Fort George, un impressionante presidio militare del XVIII secolo.

L'isola di Skye, collegata alla terra ferma da un lungo ponte arcuato, è meravigliosa e incantevole per la varietà del paesaggio e per il suo essere uno degli angoli di Scozia in cui si custodisce e si tramanda la cultura e la lingua gaelica. Come un mostro preistorico l’isola di Skye sembra emergere dal mare con la sua costa frastagliata, i suoi brulli e quasi inaccessibili promontori e il fascino arcaico delle sue vallate.

Aberdeen è la terza città della Scozia e si sviluppa intorno al suo porto, trafficato e affollato. Definita la città di granito per il colore dei suoi edifici, è il principale centro balneare del paese. Castlegate è il cuore antico della città e risalendo Union Street si possono ammirare una giungla di torrette e guglie. L’edificio più imponente di Aberdeen e il secondo più grande al mondo in granito, è sicuramente il Marischal College con la sua facciata neogotica impreziosita da pinnacoli grigi, uno spettacolare capolavoro architettonico. La Old Aberdeen, a 20 minuti dal centro, è una specie di villaggio separato con stradine acciottolate medievali e vicoli stretti conservati in maniera splendida.

Glasgow ha un centro molto esteso e il suo cuore storico è George Square, di origine ottocentesca, con l’imponente palazzo delle City Chambers e l’architettura vittoriana della Merchant City. Ma Glasgow ha anche una forte impronta operaia visibile nel quartiere dell’East End, la parte più antica e autentica della città. Il centro della città è un continuo alternarsi di edifici di epoca vittoriana con il loro fascino retrò e palazzi di nuova generazione frutto delle tante correnti di architettura che si sono alternate negli anni.